Milano Liquida- Il Sindaco di Chicago in visita a Milano accompagnato da Sala

Accordo di collaborazione tra Politecnico e Illinois Institute of Technology

milano_chicago_gemellate_dal1973
Credits Comune di Milano
Gemellaggio – Un americano a Milano. Non è il titolo di un nuovo film della commedia all’italiana. Il sindaco di Chicago Rahm Emanuel in questi giorni è in visita nel capoluogo lombardo per celebrare i 45 anni di gemellaggio tra le due città e parlare delle sfide urbane del futuro. Emanuel ha ricordato l’impegno degli emigrati italiani nella costruzione di molti edifici della metropoli dell’Illinois e ha invitato Giuseppe Sala al Columbus Day del 2018 in terra americana.

Emanuel con il Presidente Obama- Credits Wikipedia
In giro per Milano – La delegazione statunitense ha proseguito il percorso, sempre in compagnia di Sala, lungo i tratti più caratteristici del tessuto urbano. Particolarmente rilevante la tappa nel quartiere di Porta Nuova, dove Stefano Boeri (presente anche Manfredi Catella, ad di Coima) ha illustrato l’idea alla base del famoso Bosco Verticale. Emanuel ha mostrato grande apprezzamento per le recenti opere architettoniche e urbanistiche di Milano. “Ci sono un centinaio di città che davvero contribuiscono all’energia economica, culturale, intellettuale globale. Milano e Chicago sono tra queste. – ha dichiarato l’ex “chief of staff” di Obama in un’intervista al Corriere della Sera – I sindaci stanno diventando leader mondiali sempre più importanti. Viviamo in un momento in cui il sistema politico degli Stati nazione è più fragile che mai perché le persone sentono che i governi nazionali non li ascoltano, a differenza dei governi locali dove c’è una relazione più intima e un’influenza reciproca più immediata tra chi governa e chi è governato. Questo significa maggiore stabilità in un quadro più generale di instabilità”.  

milano_chicago_gemellate_dal1973
Credits Comune di Milano
Accordo di collaborazione – Lo scorso mercoledì è stato firmato a Palazzo Marino il cosiddetto protocollo del design, un accordo per promuovere la collaborazione tra l’Illinois Institute of Technology di Chicago e la Scuola di Design del Politecnico di Milano: “Possiamo fare cose molto pratiche anche a sostegno dell’economia, questo protocollo tra università lo è, organizzeremo missioni di aziende del nostro territorio a Chicago e viceversa, e lavorare sulla visione del futuro. – ha sottolineato il sindaco Sala –  Ci accomuna questa idea di lavorare sulla visione del futuro, ci accomuna l’idea della rigenerazione urbana. Sto imparando molto da loro perchè attraverso la rinascita del fiume in città l’economia ha avuto un’esplosione incredibile”. Già nel 2014 c’era stata una partnership per quanto riguarda i progetti sanitari del Lurie Cancer Center e della Lynn Sage Cancer Research Foundation che ha permesso a diversi medici delle due città di partecipare alla sedicesima edizione del Lynn Sage Breast Cancer Symposium. Nel giugno 2013, invece, l’assessore alla cultura di Milano Filippo del Corno era volato a Chicago per l’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti d’America e per il programma “L’autunno americano”.

Città d’acqua – Nel meeting il discorso si è spostato anche sul tema dei Navigli. Sala ha voluto ricordare l’imminente referendum in merito alla riapertura del sistema dei canali. Il sindaco americano, invece, ha sottolineato come Chicago abbia investito molto sul sistema fluviale, non solo per motivi turistici ma anche e soprattutto per facilitare la mobilità urbana con un occhio di riguardo all’ambiente e alle emissioni inquinanti: “Sei anni fa Chicago non aveva una passeggiata sul fiume. Oggi abbiamo dei taxi sull’acqua che hanno ridotto il numero di vetture sulle strade. – sottolinea Emanuel – L’economia di Chicago in questi ultimi cinque anni è cresciuta più velocemente di quella di New York. Mentre le emissioni di CO2 sono scese del 7%”.

Marco Rizzo per Vivere Liquido