Urban China- Chengdu ospiterà il BRICS Film Festival

In questo post diversi temi si incrociano: quello di “Urban China”, di “Chinema”, ma anche quello della “Global China”, e del ruolo cinese nelle relazioni internazionali. Chengdu, città capitale della Provincia del Sichuan, nel sud-ovest della Cina, sarà il centro infatti, dal 23 al 27 giugno, del secondo “BRICS Film Festival”, o festival cinematografico dei Paesi BRICS.

Come sostenuto da Xinhua, 30 saranno i film presentati durante la rassegna (provenienti dai cinque Paesi membri dell’organizzazione, rispettivamente Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa). Ma protagonista dell’evento sarà “Where has the time gone”, film che è composto da cinque racconti di 18 minuti ciascuno sul tema del tempo, in cinque lingue, realizzato grazie alla collaborazione di Walter Salles dal Brasile, Aleksey Fedorchenko dalla Russia, Madhur Bhandarkar dall’India, Jahmil X.T. Qubeka dal Sud Africa e Jia Zhangke dalla Repubblica popolare cinese. Come ha sostenuto Jia, “le emozioni che scaturiscono da ognuna delle storie dell’antologia possono essere condivise in ognuno dei Paesi partecipanti”, aggiungendo che il film può essere preso ad esempio di come nell’industria cinematografica “i cinque” siano capaci di creare profonda comunicazione e collaborazione tra le parti. Il film, inoltre, cercherà di raccontare l’unicità delle cinque culture dei membri BRICS, e sarà il film di apertura del Festival.

Secondo China Daily,i registi coinvolti sono grandi protagonisti del cinema contemporaneo. Salles, ad esempio, ha ricevuto una nomination agli Oscar per “Central Station”, nella categoria di Miglior Film Straniero nel 1999, mentre Quebka è considerato uno dei migliori registi sudafricani grazie a “A small town called descent” e “Of Good Report”, rispettivamente realizzati nel 2010 e nel 2013. Jia è una star internazionale, grazie alla vittoria a Venezia nel 2006 per “Still Life” e “Mountains May depart” del 2015, protagonista in quell’edizione di Cannes (in cui è protagonista la splendida attrice Zhao Tao, musa e moglie del regista)

Il regista cinese Jia Zhangke alla conferenza di presentazione del secondo BRICS Film Festival
Il regista cinese Xie Fei, che vinse un Orso D’oro a Berlino nel 1993 per il film “The women from the lake of scented souls”, sarà il presidente della giuria del Festival, mentre l’evento sarà co-sponsorizzato dalla SAPPRFT (State Administration of Press, Publication, Radio, Film and Television of China) e dal Governo provinciale del Sichuan.

Il Festival di fatto anticiperà il Meeting annuale dei BRICS , che quest’anno si terrà sempre in Cina, nella città di Xiamen, dal 3 al 5 settembre allo Xiamen International Conference Center. A guidarlo, sarà il padrone di casa, Xi Jinping, poche settimane prima del Congresso del Partito Comunista cinese che deciderà gli equilibri interni almeno per i prossimi cinque anni.

Marco Bonaglia per Vivere Liquido