SPECIALE 2016- Un bilancio dell’anno appena passato, proiettati al 2017

Ed eccoci, anche noi di VL, arrivati alla fatidica ora dei “bilanci” annuali. Già, potevamo risparmiarvi l’ultimo post con numeri e obiettivi per il 2017 e tanti auguri arrivederci al prossimo anno? Certo che no, eccovi il nostro bilancio 2016.  

L’evoluzione di VL nel 2016–  VL è vissuto nell’incubatrice per circa un anno e mezzo, prima di poter liberare le proprie energie (quando l’ideatore del blog si è liberato anch’esso dall’Università, laureandosi lo scorso marzo). Da aprile 2016 siamo online con un nostro spazio, dominio registrato e un nuovo tema personalizzato. Nonostante i post precedenti (che nel blog sono datati anche 2014 e 2015), il vero Vivere Liquido è nato quest’anno. Siamo relativamente giovani quindi, anche se i temi del blog erano già nella prima versione di WordPress e, addirittura, in quella di “Blogger”, utilizzata dal 2012 per usi personali.

VL ha raccolto anche i precedenti articoli, ma è partito subito a velocità elevata, puntando sul tema del cambiamento e su tre pagine principale: Power shift, Urban Life e Daily Liquids. La descrizione del blog sui social era questa:

“blog che intende descrivere il cambiamento nelle relazioni internazionali, nella vita urbana e in quella di tutti i giorni”

Tre temi affrontati quindi: politica internazionale, urbanizzazione e ruolo crescente delle città, innovazione tecnologica nel quotidiano. Ma nel corso dell’avventura ho imparato che il blog è un prodotto assolutamente “liquido” e fluido, e che può cambiare forma da un giorno all’altro, in base alle necessità dei lettori, o a nuove idee che la notte possono passare per la testa del fondatore. Grazie a un mix di entrambi i casi, VL nei mesi è quindi cambiato, strutturandosi maggiormente e inglobando altri temi come quello delle relazioni sino-europee, delle nuove attività di Milano, della Brexit, dei viaggi, e coinvolgendo anche nuovi collaboratori (che hanno dato un grande contributo negli ultimi mesi e che hanno aiutato a “formare” l’attuale versione di VL).

VL oggi, dopo quasi un anno di lavoro ma soprattutto di passione, è organizzato in cinque pagine tematiche, svariate categorie e numerosi tag. Il desiderio è fornire un blog interessante, leggibile, e organizzato internamente in modo semplice. Ho aggiunto in parte alcuni miei interessi, come il regionalismo asiatico o le relazioni tra Cina e Unione Europea, e altri sono stati portati dai nuovi arrivati, come lo spazio dedicato al cinema asiatico, ma anche quello per i viaggi e gli “instant articles” su temi di stretta attualità, in particolare riguardo a Milano. L’evoluzione credo sia stata positiva, e che oggi VL sia molto più ricco di quando era partito. Di idee per nuovi post, teste pensanti e di progetti. 

Alcuni numeri e obiettivi- La seconda parte del post è dedicata ai numeri: importanti sì, ma non li considero un elemento fondamentale della crescita di VL. Certo, scriviamo per essere letti da più persone possibili, ma il loro numero non è per noi determinante. Scriviamo di temi che conosciamo, che ci interessano, e riguardo ai quali vogliamo fornire il nostro punto di vista, che piaccia o meno. Per onor di cronaca concludiamo l’anno con più di 5000 visualizzazioni e 2000 visitatori unici. Numeri che possono solo migliorare, e che per ora restano secondari rispetto al vero obiettivo di VL: raccontare il cambiamento, attraverso i temi che ci sembrano decisivi, che sta avvenendo ovunque, in questi tempi incerti, di ridefinizione di equilibri che si sgretolano, anni complicati (soprattutto per noi occidentali), l’anticamera di un nuovo sistema, un nuovo mondo, che verrà, non so se presto o più in là con il tempo.

Lo stesso 2016 è per VL un anno di transizione, di lancio e di prova: ci siamo detti, vediamo come andrà per i prossimi mesi, come i lettori reagiranno ai nostri post, e poi vedremo. Bene, il 2017 non può che essere l’anno del consolidamento, di più post, di costruzione di iniziative complementari, come la diffusione di ebook e di volumi cartacei dei nostri  articoli, e l’organizzazione di eventi per la città di Milano. Alcune parti del blog, che per diverse ragioni sono state lasciate un pò in secondo piano, andranno potenziate. Penso ad esempio alla pagina “Il futuro è urbano” o a quella di “Asian Liquids”, per le quali cercheremo nuovi collaboratori, anche in Asia. E poi inglese e cinese dovranno aggiungersi all’italian nei nostri post, in modo graduale ma continuo, per raccontare il cambiamento nelle lingue del mondo. Questi sono in breve gli obiettivi per il 2017.

Grazie a tutti! L’avventura continua– Non possono mancare i ringraziamenti: quando si lancia un blog, per i primi mesi si è spesso soli, nella scrittura degli articoli, nella loro ideazione, nella loro diffusione attraverso i social. Devo ringraziare tutte le persone che hanno sostenuto questa avventura fin dall’inizio: Gianna, Roberto, Francesca, Chiara. Con il passare del tempo si sono aggiunti nuovi amici, che hanno contribuito con i loro testi a migliorare il blog. Grazie quindi a Tom, Marco, Simone, Benedetta, Nicolò, Ludovico, Filippo, Tiantian, Jinnuo, Cain, e tanti altri. Grazie a Gianluca e Serena per le stampe dei volantini e dei volumi cartacei, per il sostegno e l’interesse alle attività di VL. Grazie a Stefania, per averci ospitato in Corso Magenta, ad Annalisa, per avermi permesso di parlare di Brexit davanti ai suoi alunni. Grazie soprattutto ai 2000 lettori, in attesa dei prossimi 2000, e di tanti altri.

Anche se è già il primo Gennaio, ancora auguri di un felice nuovo anno, e che il 2017 sia ricco di successi per tutti.

Noi ci saremo.

Marco 

cc-vl